A3-locandina-cine-clown-kabul-1w

VIVA CULTURA

RIDERE PER VIVERE: una giornata per ridere seriamente

CONFERENZA-SHOW "GUARIR DAL RIDERE"

con il clown-dottore, attore e regista Leonardo Spina

a seguire proiezione del docu-film CLOWNIN’ KABUL

Domenica 13 Marzo 2016  dalle ore 16.00h

 

Invitiamo alla conferenza-show "Guarir dal ridere" che - spaziando dalla Scienza all'antropologia, con un tratto divertente e scanzonato, ci restituisce integro il fenomeno del ridere  come base per giungere alla salute psicofisica e sociale. 

A seguire sarà proiettato il documentario Clownin' Kabul che Leonardo Spina con l'Associazione Ridere per Vivere ha organizzato, invitando anche Patch Adems e altri 20 clown dottori, giunti in Afghanistan nel febbraio 2002 per portare aiuti umanitari ed un pò di sorriso a un popolo duramente segnato .

Sarà allestita una mostra fotografica sul lavoro dei clown dottori.

Verranno presentati, inoltre, i seguenti progetti :

- RI.DO. RItorno al DOmani: riabilitazione olistica per bambini post oncologici

- Campi estivi per bambini/e e ragazzi/e da 8 – 12 anni: L'allegria di Toro Seduto e Il Piccolo Circo

 

Il clown dottore è una nuova figura professionale che basa il proprio lavoro sulla Gelotologia (clownterapia) . Poichè ridere fa bene al corpo, alla psiche ed alle relazioni, questi operatori -che portano la loro perizia non solo nei reparti pediatrici ma anche a tutte le categorie del disagio sociosanitario ed a scuola- .  agiscono per mutare segno alle emozioni negative, attraverso la comicità, l'arte del clown, la poesia, il teatro di figura (burattini), la musica. In questo possono essere terapeutici. Esistono varie ricerche scientifiche che lo dimostrano.
I clown dottori moderni nascono a New York nel 1986 per l'opera di Michael Christensen e Paul Binder.

E' possibile partecipare sia a tutte e due gli eventi ( conf - show e proiezione film) che a solo uno dei due.
Si consiglia di partecipare alla conferenza show non solo per "ridere per vivere" ma anche per vedere il documentario Clown in Kabul con una preparazione adeguata alla tematica.

Programma:
16.00h: conf-show con Leonardo Spina
18.00h: pausa aperitivo
18.30h: proiezione film
19.30h: Dibattito

“ Ridere è il più grande dono che il padreterno ci ha voluto fare…un dono sacro: ridendo si ridimensiona la paura, si scoprono nuovi punti di vista, si è più lucidi per affondare le avversità, si vive una potente scintilla vitale, il corpo è più sano, la mente più acuta, lo spirito più sollevato. Ridere è un atto d’amore, verso sé stessi ed il mondo. ”

( Leonardo Spina)

Ingresso libero per i soci VIVA.

clown in Kabulx



CLOWIN' KABUL

Appunti da una missione umanitaria

Documentario
Italia, 2002



 

 

Regia: Enzo Balestrieri e Stefano Moser
Musiche di: Nicola Piovani e Pasquale Filastò
Con: I Clown Dottori di ! Ridere per Vivere ! Patch Adams ed i Clown Dottori del Gesundheit Institute, Clown One, Fondazione Garavaglia Dottor Sorriso.
Durata:56 min
Lingua: versione originale con sottotitoli in italiano

Contemporaneamente all’ideazione ed all’organizzazione della missione “ UNA STRADA PER LA  PACE- A PATCHWORK FOR PEACE”, diretta in Afghanistan con 20 tonnellate di aiuti umanitari e 21 clown dottori, all’indomani della “fine” della guerra, veniva pensata e pianificata anche la ripresa in video dell’evento. Al gruppo dei partenti si affiancavano così due registi, tre operatori di camera, un fonico ed un aiuto.

Sono state girate circa 180 ore di documentazione da cui è stato tratto il documentario presentato fuori concorso alla 59° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, dove è stato accolto da un grandissimo successo di pubblico e di critica.

Con un linguaggio concreto, a tratti crudo e poetico assieme le immagini restituiscono le forti emozioni prodotte dall’impatto dei clown in una realtà difficile come quella dell’Afghanistan. I colori dei clowns contrastano violentemente con le atmosfere monocrome del paese asiatico, ma, paradossalmente, ne rappresentano il complemento necessario. I volti e le voci dei piccoli afgani, delle loro madri e dei loro parenti offrono allo spettatore emozioni e materiale di riflessione straordinario.

Risulta evidente la contraddizione insanabile tra il desiderio di pace e gioia delle persone comuni e gli strascichi della guerra, le ferite, le mutilazioni, le mine, il degrado umano. Il film documenta passo passo la missione, dalla festosa partenza romana, all’impatto con la realtà degli ospedali afgani, agli interventi presso le strutture di Emergency, della Croce Rossa Internazionale, di Terres des Hommes ecc…

La leggerezza del clown viene compresa, accettata e condivisa con gioia non solo dai bambini e ne risulta esaltata questa figura solo apparentemente comica, dotata, in realtà della giusta umanità per proporre una nuova forma di “diplomazia”: emissari di pace, gioia, speranza.

Nei 56 minuti di documentario sono riportate interviste a Patch Adams, Gino Strada, Alberto Cairo, nonché le trasferte del gruppo fuori da Kabul, nel Bamian e nel Panshir.


A3-locandina-cine-clown-kabul-1x



Share